top of page

Da DTM Print un invito alla personalizzazione

Eurocoding, nella persona del CEO Federico Giuranna, è stata invitata a partecipare negli scorsi giorni a un meeting organizzato da DTM Print a Wiesbaden, città sede del gruppo leader internazionale nel campo di soluzioni per la stampa di etichette a colori. L'evento, della durata di  di due giorni, ha visto un pubblico selezionato di vari partner europei, che sono stati ospiti presso il Pentahotel di Wiesbaden.


L'appuntamento è stata l'occasione per DTM Print di sottoporre  approfondimenti tecnici per quanto riguarda alcuni prodotti  innovativi della propria gamma (come la stampante a colori per alimenti Eddie e il sistema di marcatura laser di etichette Catalyst) ma soprattutto per illustrare ai partner presenti le nuove strategie da apportare sul mercato.

 In particolare, i manager DTM Print hanno indicato l'obbiettivo di soddisfare ogni richiesta dei Clienti, puntando sulla realizzazione di soluzioni personalizzate, che sarà sicuramente uno dei fattori chiave per ottenere successo (e vendite) nel mercato del futuro.

 


Per evidenziare e rendere più chiaro questo concetto, sono state prese  come esempio due interessanti case studies, in cui prodotti DTM Print  erano stati modificati ad hoc in base all'esigenza richiesta:


- un ridimensionamento ulteriore dell'ingombro della LX500e,

stampante per etichette a colori già famosa per le sue dimensioni ridotte, dato che  è appena più grande di una scatola da scarpe, per permettere a Bacardi una promozione in diversi aeroporti, con la collocazione di appositi chioschi dove il pubblico poteva acquisire le bevande con un'etichetta a colori personalizzata stampata al momento da LX500e: un'azione che prevedeva quindi l'occupazione di spazi limitati in cui il personale doveva muoversi e la disponibilità di un software dedicato alla creazione del layout richiesto;



- l'altra case study invece riguarda il Pénzmúzeum, il Museo ungherese del denaro a Budapest, che vede come protagonista il modello CX86e

la stampante LED più piccola al mondo basata sulla tecnologia OKI. In pratica, i visitatori del museo avevano l'opportunità nel loro percorso di raccogliere punti tramite giochi interattivi nel museo e di farli stampare alla fine su un coupon con la CX86e. E oltre a questo, potevano stampare delle banconote... “personalizzate” con una propria foto: questo grazie alla CX86e modificata per l'occasione con un monitor LCD di aumentate dimensioni rispetto allo standard (in modo da fare selezionare più agevolmente la grafica desiderata) e alla creazione di un software dedicato per permettere la progettazione del layout della banconote da parte del pubblico.

 

Due esempi di successo con cui DTM Print ha rimarcato quale sarà l'evoluzione del mercato: il Cliente guarderà comunque alla convenienza e all'assistenza garantita, ma sicuramente avràun occhio di riguardo anche verso quelle aziende che saranno in grado di proporgli soluzioni ad hoc, ascoltando le sue esigenze. Si può quindi dire che il prodotto diventa così l'azienda e la sua capacità di risolvere i problemi.

 

Una “due giorni” quindi di particolare interesse, in cui vi è stata una panoramica dei prodotti DTM Print ma anche la visione di nuovi scenari legati al marketing.

Sicuramente un grande onore e un'imperdibile opportunità  avere ricevuto l'invito e avere partecipato a questa esperienza, anche per la cortesia mostrata dallo staff DTM Print, a cui va il  personale ringraziamento di Federico Giuranna, in particolare a:


Albion Bekolli - per la sua empatia e la calorosa accoglienza!


Anke Both e Katrin Hoffman - per la loro professionalità e disponibilità!


Roberto Arangio - per il rapporto professionale che si è instaurato e per la bella amicizia che si è creata. Il suo supporto e la sua costante disponibilità sono fonte di incredibile aiuto per noi di Eurocoding!

 

 Grazie a tutto il Team DTM Print!

Comentários


bottom of page